Dolomiti Title Up 728x90

Ad

domenica 5 gennaio 2014

Death Note, dal Sol Levante una storia appassionante e inquietante

Reduce da un periodo fatto di pochi telefilm che mi piacciono, mi sono fatto prendere dalla voglia di conoscere altro, e così un mio amico mi ha consigliato la visione di un cosiddetto Anime, ovvero la trasposizione in animazione di un ''manga'' (fumetto). Il titolo non mi era nuovo, e mi incuriosiva il fenomeno devastante che procura questo celebre quaderno, quindi  ho voluto conoscere storia e dettagli di ''Death Note'' attraverso la visione di 37 episodi di 20 minuti circa. Passo adesso a spiegarvi di cosa si tratta.


Death Note è il titolo di un fortunato ''manga'' creato in Giappone da Tsugumi Ōba e realizzato da Takeshi Obata. L’anime di Death Note, costituito da 37 episodi, ha avuto inizio in Giappone il 3 ottobre 2006.  La storia ruota attorno alle vicende di Light Yagami, uno studente 'modello' delle scuole superiori che trova per terra un quaderno di colore nero dai poteri soprannaturali, definito Death Note, Esso è stato gettato sulla Terra dallo shinigami (creatura della morte) Ryuk. Questo quaderno dà a chi ne usufruisce il potere di uccidere chiunque solo scrivendo il suo nome su una pagina, mentre ci si raffigura il volto. 


La parte funzionale del Death Note è la carta che compone le pagine: anche pezzetti o ritagli delle singole pagine, pur separate dal quaderno, se utilizzate hanno lo stesso effetto devastante. Light vuole sin da subito usare il Death Note per eliminare tutti i criminali e creare un mondo dove non ci sia il male, ma i suoi piani saranno frustrati dall'intervento del cosiddetto ''L'' (Elle), ovvero un bizzarro ma geniale giovane investigatore privato.


Dunque, il potere del quaderno, di aspetto e dimensioni comuni ad un qualsiasi quaderno a righe, consiste nell’essere capace di ammazzare qualsivoglia individuo a patto che si verifichino certe condizioni, la principale delle quali è conoscere il nome ed il volto della vittima. Una volta che il nome è stato scritto, la persona muore entro 40 secondi di arresto cardiaco, a meno che non venga specificata una causa di morte diversa. Di solito questo quaderno è in possesso degli shinigami, tuttavia anche gli esseri umani possono adoperarlo per scopi “nobili” o per vantaggi personali, anche se, come sostenuto dallo shinigami ''dalla risata facile'' Ryuk, un umano che fa uso di un Death Note è destinato a grandi sofferenze.

 Ryuk ''mangia-mele''

Gli occhi degli shinigami possono visualizzare sopra alla testa degli umani il nome della persona e il tempo che le resta da vivere. Tale capacità può essere donata anche agli uomini, al prezzo di metà degli anni che rimangono da vivere. Nel momento in cui un possessore umano di un Death Note rinuncia al quaderno, l'individuo smarrisce tutti i ricordi correlati all'utilizzo dell'oggetto. I ricordi possono successivamente essere recuperati toccando di nuovo il Death Note. Light (che si fa chiamare ''KIRA'') viene a conoscenza delle indagini sul proprio conto tramite il padre, 'pezzo grosso' della polizia nipponica, e così tenta di crearsi un alibi entrando a far parte della squadra investigativa per la cattura di Kira al fianco di Elle. Così comincia un duello continuo tra i due ragazzi, fatto di intelletto e psicologia. Anni più tardi, Near e Mello, seguaci di Elle, si mettono ad indagare sul caso Kira creando la SPK, un'organizzazione nata con l'intento di catturare Kira.

fonti: http://www.deathnoteitaly.com/ e WikiPedia.

10 commenti:

  1. non riescco proprioa guardare questo genere,ma sono contenta che hai trovato qualcosa che ti piace

    RispondiElimina
  2. Gli Anime e i Manga mi piacevano molto un tempo. Adesso, devo ammetterlo, ho un po' cambiato genere ma non li disprezzo... ottima segnalazione. :)

    RispondiElimina
  3. purtroppo non è il mio genere, preferisco i cartoni animati tradizionali.

    RispondiElimina
  4. non è il mio genere :) mio fratello è pazzoide come te e li adora !!

    RispondiElimina
  5. Non è mio genere preferito ma so in casa a chi farà piacere , grazie dei consigli

    RispondiElimina
  6. questo genere dilaga molto ultimamente ma io purtroppo, non riesco a seguirlo, ho provato più volte spinta da mio nipote che ne va pazzo

    RispondiElimina
  7. conosco il genere, ma proprio non mi piace, non so perchè ma non mi appassiona

    RispondiElimina
  8. Non sono amante di manga o cartoni animati cinesi... non so non mi catturano, eppure hanno un grande successo!!!

    RispondiElimina
  9. amo i manga e conosco death note, mi è piaciuto il manga ma molto molto di più la serie tv^^

    RispondiElimina