Dolomiti Title Up 728x90

Ad

domenica 11 novembre 2012

L'utilizzo delle cellule staminali sotto forma di spray

Le cellule staminali sono utili anche nei trapianti. Un'èquipe medica le ha impiegate due anni fa a Londra sotto forma di spray su una trachea: dopo aver rimosso le cellule del donatore, sono state spruzzate sulla struttura cartilaginea rimasta.

Così si è assicurata la compatibilità col ricevente, un bambino inglese di dodici anni: la nuova trachea è stata '' letta '' dal sistema immunitario come propria perchè era ricoperta con cellule staminali prelevate dal suo stesso midollo osseo. Il sistema mostra i miglioramenti più visibili se somministrato ogni due settimane: la ferita si riduce velocemente, a partire dal momento in cui inizia la cura.


Nello spray rivoluzionario e innovativo la composizione è a base di cheratinociti, fibroblasti e  fibrinogeno ancora vitali. Oggi i risultati sono buoni: la trachea '' ingegnerizzata '', che non ha dato origine a rigetto, si è integrata perfettamente. Si è dunque fatto a meno del tubo tracheale, il quale provocava emorragie. Lo studio è stato pubblicato su '' The Lancet ''. Ora che l’efficacia e la sicurezza del trattamento sono state testate, i ricercatori dovranno valutarne l’effettiva utilità come trattamento di routine e i costi.

Per quanto riguarda un altro studio sulle staminali, per curare ferite o ulcere cutanee potrebbe presto essere disponibile uno spray che spruzza un leggero strato di cellule della pelle. Il nuovo ritrovato è stato infatti testato con successo da un team di ricercatori dell’Università di Miami e dell’azienda Healthpoint Bioterapeutics.


Durante questo studio un unico spray topico costituito da cellule viventi della pelle è stato utilizzato per il trattamento delle ferite. Le cellule viventi del farmaco interagiscono con le cellule del paziente favorendo la guarigione delle ferite. In questo studio è stato determinato anche il dosaggio ottimale di fibroblasti e cheratinociti  da utilizzare nel preparato che ha notevolmente accelerato la guarigione.

Nessun commento:

Posta un commento